MAX KLINGER (1857-1920)
IN FLAGRANTI 1882

Acquaforte, mm 460X320

Superba prova di questo soggetto facente parte del ciclo Dramen Opus IX, serie di 10 incisioni edite per la prima volta nel 1883. Esemplare nell’edizione Felsing, prima di quella di Amsler and Ruthardt, Berlin, 1922.

Il foglio si presenta completo di margini editoriali intonsi in perfetto stato di conservazione.

Questo ciclo di dieci tavole (più il frontespizio) è un’opera di Klinger caratterizzata da una figurazione realistica incentrata sulla denuncia critica agli aspetti più violenti della società, dai fatti di cronaca nera alle repressioni politiche dei moti popolari. L’ispirazione per queste tavole proveniva direttamente dalla lettura dei giornali. Lo stesso artista in una lettera a un amico, sottolinea: “Era l’epoca della mia infatuazione per Zola (a cui volevo in effetti dedicare i Drammi) per i Goncourt, per Flaubert”

Giorgio De Chirico commenta così questa scena: “Nell’acquaforte intitolata In flagrante vediamo quell’aspetto nostalgico della villa (…) completato dalla spettrale drammaticità che trovasi anche in certe felici scene cinematografiche; è notte di luna, si vede il muro d’una villa; di dietro le imposte d’una finestra al secondo piano, un uomo, il marito ha sparato sulla coppia adultera che stava sulla terrazza sottostante (…) L’amante colpito è stramazzato sulle lastre del terrazzo; non si vedono che le gambe e un lembo di giacca (…) La donna in preda allo spavento si nasconde premendosi le mani sulle orecchie nell’attesa angosciosa del secondo sparo. Piante e larghe foglie d’alberi che sorgono intorno aumentano la potenza stranamente tragica di questa scena. E’ una delle più belle immaginazioni di Klinger”.

Bibl: Singer 147
Euro: 550

STUDIO FABRIZIO PAZZAGLIA

Ci occupiamo di Arte grafica dal 1999.

DOVE SIAMO

Via Calzapalla, 1
61029 Urbino (PU)

CONTATTI
SEGUICI SU