FRANCISCO GOYA Y LUCIENTES (1746-1848)
ESTRAGOS DE LA GUERRA 1813

Acquaforte, acquatinta e puntasecca, mm 217×152. Quinta edizione di sette

Bellissimo esemplare in perfetto stato conservativo, con ampi margini oltre l’impronta del rame. Foglio nella quinta edizione su sette stampata su carta vergellata “Guarro”, edita dalla Real Accademia de Bellas Artes de San Fernando, Madrid 1923. L’edizione è costituita da 100 esemplari.

L’incisione è la tavola 30 delle 80 lastre che compongono la serie Los Disastres de la Guerra.

I Disastri sono la massima espressione che un artista ha saputo fare dell’irrazionalità della violenza e delle sue terribili conseguenze sull’Uomo. L’essenza di queste opere è quella di mostrare l’essenza del male e di fornirci immagini a cui non possiamo rimanere indifferenti, poiché la loro mera contemplazione è come un pugno nello stomaco.

Il sostantivo “Estragos” che Goya ha usato per intitolare questa stampa è molto eloquente di ciò che voleva rappresentare, secondo la definizione nel dizionario della Royal Spanish Academy: “Danni causati in guerra, come un massacro di persone o la distruzione del paese o dell’esercito”, e in un secondo significato “rovina, danno e desolazione”. Qui vediamo una serie di corpi senza vita in una stanza e una donna appesa a testa in giù.

Bibl: Harris 1964 150
Euro: 380

Bibl: Harris 1964 65
Euro: 450

STUDIO FABRIZIO PAZZAGLIA

Ci occupiamo di Arte grafica dal 1999.

DOVE SIAMO

Via Calzapalla, 1
61029 Urbino (PU)

CONTATTI
SEGUICI SU