ENEA VICO (1523-1567)
La Punizione della Cortigiana che ha schernito Virgilio, 1542

Bulino, mm 185×287. Stato: II/II

Enea Vico traduce a bulino un disegno di Perin del Vaga dal sapore manierista.
L’impressione è nitida e ricca di contrasto, completa all’impronta del rame che risulta
visibile su tutti i lati. Il foglio è nel secondo stato di due, dopo l’aggiunta del distico e la
rimodulazione del volto della donna a destra, poco riuscito nel primo stato.
Il monogramma dell’artista è visibile in basso a sinistra.
Il foglio è in ottimo stato di conservazione, stampato su carta vergellata avente filigrana
“Guanto” simile a Briquet 10664 e seguenti.
La storia racconta che Virgilio si invaghì di una bella fanciulla tanto da chiederle un
appuntamento. La donna calò una cesta in cui si sistemò il poeta ma la fune si ruppe e la
donna fece rimanere Virgilio per tutta la notte al pubblico ludibrio burlandosi di lui.
Come risposta all’affronto il poeta, che secondo la leggenda aveva doti da stregone,
spense le torce di tutta la città. Per far tornare la luce, il maleficio prevedeva di riaccendere
il fuoco vicino alle parti intime della donna. Fu così che Virgilio attuò la sua vendetta.

Bibl: Bartsch 46
Euro: 1200

STUDIO FABRIZIO PAZZAGLIA

Ci occupiamo di Arte grafica dal 1999.

DOVE SIAMO

Via Calzapalla, 1
61029 Urbino (PU)

CONTATTI
SEGUICI SU