AGOSTINO CARRACCI (1567-1602)
IL MARTIRIO DI SANTA GIUSTINA 1582

Bulino, mm 890 x 595mm. Stato: III/V

Superba prova di questa incisione di straordinario formato, stampata su due fogli uniti al centro per orizzontale. Impressione nel terzo stato di cinque con l’abrasione della scritta “Et Socius” nel margine inferiore destra. I segni risultano nitidi e ricchi di contrasto, caratteristica che permette di godere appieno dell’abilità tecnica di Agostino nel tradurre e interpretare con segno grafico questo soggetto. Le differenti pressioni del bulino e le sezioni della punta definiscono forme e piani prospettici con morbidezza e sapienza. Un reticolo di segni che tuttavia non perde mai di luminosità e contrasti.

L’incisione riproduce la pala realizzata nel 1575 da Veronese per la Basilica di Santa Giustina di Padova. Rispetto al dipinto di Veronese la stampa presenta alcune modifiche come gli alberi sullo sfondo a sinistra, la forma rettangolare e non centinata oltre al cane che guarda in direzione opposta. Caratteristiche che non compaiono neppure nel disegno già conservato al Getty Muesum di Malibù (inv.87. GA 92). Dunque è probabile che Agostino si sia servito di un disegno intermedio di Caliari di cui non ci è pervenuta traccia.

Impressione stampata su carta vergellata avente filigrana “Aquila nel cerchio”. Si segnalano alcuni restauri perfettamente eseguiti in basso. 

Bibl: De Grazia p. 127- 129, n. 105 (132)
Euro: Contattaci per ulteriori informazioni

STUDIO FABRIZIO PAZZAGLIA

Ci occupiamo di Arte grafica dal 1999.

DOVE SIAMO

Via Calzapalla, 1
61029 Urbino (PU)

CONTATTI
SEGUICI SU